In una mattina di fine ottobre, piena di luce e di memoria, in tanti siamo saliti sulla dolce collina del Cimitero degli Inglesi, in mezzo ai viali fiorentini.
In quel cimitero così unico e tanto caro a tutti noi, dove Genia riposa, si sono ascoltate parole poetiche a lui dedicate.
Amici e persone vicine al Maestro, vincendo riserbo e timidezze, hanno letto poesie da loro liberamente scelte, o addirittura scritto, secondo il proprio sentire affettivo e il loro personale legame con l’insostituibile, grande amico.

In una mattina di fine ottobre, piena di amore e di riconoscenza, per sempre, per Genia.


Silvia Brioschi
legge
ДBYCTИШИE di Anna Achmatova

 


Vladimir Kara
legge
НИКОГО НЕ БУДЕТ В ДОМЕ di Boris Pasternak

 


Annalena Aranguren
legge
da COME L'ACQUA LA SETE di Annalena Aranguren


Maria Francesca Gallifante
legge
SEPOLCRI FRA GLI IRIS di Maria Francesca Gallifante


Luca Berni
legge
da QUANDO RASSERENA di Boris Pasternak

 


Silvia Pollini
legge
da QUATTRO QUARTETTI di T.S. Eliot

 


Luigi Repetto
legge
ADDIO di Iosif Brodskij

 


Edwin Rosasco
legge
MINSTREL MAN di Langston Hughes


Gerardo De Stefano
legge
IL RICORDO di Gerardo R. De Stefano


Si ringraziano Silvia, Vladimir, Annalena, Maria Francesca, Luca, Silvia, Luigi, Edwin, Gerardo.
Si ringrazia Svetlana Bazhenova (socia) per i preziosi consigli sui testi russi.